Una cartolina mandata dagli Dèi

C’è un luogo che amo profondamente, perché l’ho conosciuto in uno dei momenti più belli della mia vita e, come ogni sognatrice, immagino di poter trasferire questa bellezza interiore ed esteriore a chi ha la sensibilità per riceverla e comprenderla.

Sto parlando del Duca di Dolle Relais, a Rolle di Cison di Valmarino. Un antico eremo del 1500,  ristrutturato nel pieno rispetto delle sue origini,  che oggi come ieri continua a infondere una profonda quiete. “Una cartolina mandata dagli dèi”, come definì questo luogo il poeta Andrea Zanzotto, affezionato frequentatore della Tenuta negli anni di metà Novecento

Il Relais si affaccia su romantici tramonti tra i vigneti, cullati da una leggera brezza che coccola anche i pensieri. Tramonti che hanno la capacità di presentarsi senza mai svelarsi completamente, celandosi pian piano dietro le verdi colline e lasciando a chi li contempla la possibilità di una libera interpretazione.

Rolle è un luogo che non può essere raccontato perché, come tutte le cose belle, deve essere vissuto. Per giungere davanti al grande cancello, si percorrono le strade del prosecco, ci si immerge nel cuore della cultura veneta, nelle radici che raccontano la fatica del lavoro quotidiano e l’allegria dei giorni di festa.

Quel territorio nel quale, se non si brinda in compagnia, si è guardati con sospetto.

Una volta imboccato il viale d'accesso al Relais, si ha la sensazione di essere sul set del film“Un’ottima annata”: uno spazio senza tempo, che fa dimenticare ogni rumore della vita moderna. Una frase di quello stesso film riassume l'essenza di questo luogo: “Quando trovi qualcosa di buono, devi averne cura”. Una cura e un amore che lo rendono speciale. 

In questi 75 ettari di terreno circondati da colline verde smeraldo si susseguono prati incontaminati, vigneti che regalano il nettare degli dei nel pieno rispetto della natura e dei suoi tempi, frutteti che fioriscono rigogliosi e raccontano storie d'amore primaverili.

Non vi resta che scegliere due cose: con chi partire, e quando.

www.ducadidollewinery.com